4 maggio 2018 – RINGRAZIO CHE SIAMO VIVI GIOVANI STRANIERI IN CARCERE – book

Venerdì 4 maggio – ore 17,15

BIBLIOTECA CIVICA APROSIANA

Jaca Book, in collaborazione con l’Associazione Culturale XXV Aprile e la Libreria Casella, presenta

RINGRAZIO CHE SIAMO VIVI

GIOVANI STRANIERI IN CARCERE

 di DORIANO SARACINO

Con l’autore intervengono

DONATELLA ALFONSO, La Repubblica

ALESSANDRO BERGAMASCHI, Université Nice Sophia Antipolis, Unité de recherche « Migrations société »  

GIUSEPPE  FAMÀ, Associazione culturale XXV Aprile

KALID RAWASH, criminologo e medico presso la Casa Circondariale di Imperia

 

Un viaggio nelle prigioni con il più alto numero di

stranieri per incontrare giovani che vivono a metà

tra due mondi:  un Paese di origine a cui non

appartengono più e un’Italia che li ha cambiati

più di quanto si aspettavano.

Molti sono arrivati come minori non accompagnati, altri sono praticamente una seconda generazione mancata, che non ha portato a termine l’integrazione. Che vuol dire sentirsi italiano, magrebino, ecuadoriano o albanese? Che cosa vuol dire vivere la fede cattolica, evangelica, islamica oppure ortodossa in carcere? Il libro accosta con rigore il tema del carcere a quello degli stranieri, senza cadere in facili schematismi, analizzando anche da un punto di vista statistico le connessioni tra immigrazione e criminalità. Al tempo stesso l’autore compie una precisa scelta di campo: lavorare per il reinserimento e la prevenzione.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*